Parola:



15,00 Euro / Cad.

161
Orientamenti teologico-spirituali ed economico-sociali dei normanni

Orientamenti teologico - spirituali ed economico - sociali dei normanni Ruggero I, Adelasia e Ruggero II nel territorio della Diocesi di Patti (1061-1154)di Pio Sirna Sono gli anni che don Pio Sirna analizza nel suo terzo volume di Archetipi, intitolato Orientamenti teologico- spirituali ed economico-sociali dei normanni Ruggero I, Adelasia e Ruggero II nel territorio della Diocesi di Patti. Ricercando le radici della nostra identità, don Pio ha analizzato prima le vestigia del mondo greco e romano nel nostro territorio e, successivamente, l’impasto spirituale, religioso e sociale derivante dalla presenza di bizantini, ebrei e musulmani. In questo volume sviluppa la sua indagine sulla creazione, in Sicilia e nel Meridione d’Italia, di una struttura statale che a giudizio unanime getta le basi dello stato moderno; analizzandone le varie tappe, don Pio evidenzia come questa realizzazione sia stata perseguita con estrema coerenza, pur nella diversità dei personaggi che la diressero. Il libro di don Pio è scandito in quattro capitoli. Il primo analizza il periodo della Christiana reconquista e l’attività del Conte nel territorio del Valdemone e in Sicilia; il secondo capitolo è centrato sulla fi gura e l’azione della regina Adelasia, mentre il terzo esamina l’attività di Ruggero II, conte e re. Ognuno di questi capitoli contiene una premessa sul contesto storico-sociale, ma quello che interessa a don Pio è, soprattutto, la dimensione religiosa, teologica e spirituale che ispira gli atti e i comportamenti degli Altavilla e di Adelasia. Esaminata la preziosa documentazione, in parte contenuta nell’Archivio Capitolare della Cattedrale di Patti (Arca Magna), tenta di ricostruire nascita, vita, fondazione o rifondazione di chiese e monasteri della nostra Diocesi. Ogni privilegium, charta, chartula, constitutio, praeceptum è passato al vaglio scrupoloso di don Pio che offre sempre un approfondito commento, grazie alla sua perizia fi lologica e, sopratutto, alle sue conoscenze di teologia e di cultura religiosa. Per don Pio i Normanni non subordinano la sfera religiosa alla politica, come fosse un semplice instrumentum regni; semmai, al contrario, pensano che lo spirituale sia superiore al materiale e contribuiscono, quindi, a creare una sorta di monachizzazione della società. La vita quotidiana di tutto il popolo è scandita nella cornice di una tensione escatologica in cui l’ideale monastico della povertà, della preghiera e del lavoro diventa l’unica strada per andare in paradiso. Collana: Il tempo e la memoria ISBN 978-88-6902-047-6 € 15,00 pp. 264



5 5 QUANTITA'
5 5 PREZZO 15,00 €
°° VAI AL CARRELLO >