Direttore Editoriale: Elena Saviano
Telefono: +39 368.7405291
Mail:
elena.saviano@virgilio.it

 


INGRANDISCI LOCANDINA

Parola:



15,00 Euro / Cad.

158
Meucci il figlio del... telefono mendicante a Tindari

Meucci il figlio del... telefono mendicante a Tindari di Mimmo Mòllica Carlo Meucci, molti lo ricordano, nella sua barba bianca da eremita e la chioma canuta e fluente. è possibile che Antonio Meucci, l’inventore del telefono, non abbia mai visitato Tindari, col suo santuario e le sue vestigia greco-romane. Quel che sembra ‘assodato’ – però – è che là ci abbia vissuto a lungo un suo figlio. Le identità trasparenti rappresentano un oltraggio per una società civile che, al contrario, può conclamare i suoi livelli di conseguito progresso attraverso un doveroso tentativo di restituzione dell’identità a chi l’abbia disgraziatamente persa, impigliata nei grovigli di una sfortunata esistenza. Ogni passaggio sulla terra, anche dell’ultimo degli esseri umani – infatti – ha la dignità di arrecare un cambiamento, di modificare l’armonia del Creato, di trasformare qualcosa, di lasciare una impronta, un segno indelebile. E il libro di Mimmo Mòllica “Meucci il figlio del… telefono, mendicante a Tindari” è indubbiamente un importante contributo verso questa doverosa ‘opzione’. Muove i suoi passi da un gesto di umana pietà e si prefigge di strappare all’oblio della invisibilità un essere umano, peraltro discendente da una eccellenza italiana – Antonio Meucci, inventore del telefono – di cui andare fieri. Collana: Il tempo e la memoria ISBN 978-88-6902-040-7 € 15,00 pp. 114



5 5 QUANTITA'
5 5 PREZZO 15,00 €
°° VAI AL CARRELLO >